1 - 8712345...102030...»

OMNIBUS ENERGIA – URBANISTICA – AGRICOLTURA

ANALISI CRITICA E PROPOSTE DEI VERDI.

Riccardo Dello SbarbaLa prossima settimana verrà discussa dal Consiglio provinciale la legge Omnibus nr. 17/14 che contiene importanti articoli su urbanistica, agricoltura, energia.

Qui è a disposizione la relazione di minoranza del consigliere dei Verdi Riccardo Dello Sbarba, componente della 2a Commissione legislativa in cui la legge è stata trattata.

Questi i temi principali:

  1. Pesticidi in agricoltura: la legge può essere l’occasione per assegnare ai Comuni le competenze di cui hanno bisogno per difendere efficacemente la salute, l’ambiente e le coltivazioni biologiche. Così si darebbe una concreta risposta a quanto chiesto dai cittadini e dalle cittadine dell’Alta Venosta.
  2. Urbanistica: la legge contiene norme inaccettabili sulle zone produttive, che premiano gli interessi privati a scapito dei Comuni. La cosa più grave: questi articoli intervengono esplicitamente su processi in corso davanti al TAR, che interessano diversi Comuni tra cui Bolzano. Il tema è la ripartizione dei costi di urbanizzazione.
  3. Energia: oltre a contenere l’ennesimo regalo ai privati (chi deriva l’acqua senza concessione non dovrà più “immediatamente” interrompere questo utilizzo illegale), la legge contiene un “articolo-quadro” sulla possibile fusione SEL-AEW (l’operazione “salva Sel”). Ma a quali condizioni può avvenire una collaborazione? Essa non può essere la via per “condonare l’illegalità”: prima di ogni collaborazione andrà ripristinato il diritto nelle grandi concessioni ottenute grazie alla manipolazione delle gare.

Su tutti questi punti, e altri ancora, la relazione contiene un’approfondita analisi degli articoli e, soprattutto, del loro retroscena. Su questi punti il gruppo Verde ha già presentato numerosi emendamenti, anticipati nella relazione.

Cittadini e cittadine di Bressanone per una democrazia dal basso e per il futuro del loro Comune

I cittadini e le cittadine di Bressanone hanno fatto una scelta saggia: per una democrazia dal basso e per il futuro del loro Comune.
Seilbahn-funivia_Brixen-BressanoneIl messaggio del risultato del referendum di Bressanone è forte e chiaro: a favore di un migliore collegamento bus tra la città e la montagna e per prospettive di sviluppo diverse, che non comportino rischi non calcolabili e che non compromettano la qualità di vita e il profilo della città.
Le cittadine e i cittadini hanno preso una decisione autonoma, senza farsi influenzare dalla massiccia campagna mediatica a favore dell’opera che a momenti ha davvero superato i limiti della decenza. Il risultato rappresenta quindi un grande successo della democrazia diretta e della ragionevolezza.
Lo sviluppo di Bressanone ad alcuni può sembrare troppo lento e tranquillo, ma nel corso della sua lunga storia è stato caratterizzato da un’andatura compassata che ha permesso lo sviluppo di tutti i rami dell’economia, rispettando sempre il paesaggio e l’ambiente.
La via dell’oculatezza è quindi da perseguire, per trovare delle soluzioni adeguate per la raggiungibilità della media montagna e della Plose, ma senza quelle incisioni nel paesaggio che una funivia con partenza dalla stazione avrebbe portato.
Il 21 settembre 2014 è stato un bel giorno, non solo per Bressanone, ma per la democrazia e per la sostenibilità di tutto il Sudtirolo. A tutti i cittadini e le cittadine che si sono schierati con modesti mezzi di comunicazione, ma con grande impegno, per uno sviluppo accorto del comune va la nostra gratitudine e riconoscenza. Ai partiti politici si chiede ora di appianare le spaccature venutesi a creare dopo la forte polarizzazione creatasi negli ultimi mesi. Il Comune e la Provincia devono pensare ora a ulteriori opzioni per un migliore collegamento tra la città e la montagna, a partire dal trasporto con gli autobus. Il tutto nella prospettiva di un futuro migliore per Bressanone, le cui prospettive di sviluppo sono tutt’altro che esaurite.

Hans Heiss
Brigitte Foppa
Riccardo dello Sbarba

Brixen/Bozen, 22. 9. 2014

Plose: Widmann strapazza la propria carica per lanciare un appello a votare sì

Seilbahn-funivia_Brixen-Bressanone

“Un sì coraggioso per lo sviluppo economico di Bressanone” – con questo titolo e sulla pagina internet ufficiale del Consiglio provinciale il Presidente Widmann ha fatto oggi propaganda per il sì al progetto di funivia dalla stazione di Bressanone a Sant’Andrea

Un Presidente deve garantire in modo imparziale i lavori del Consiglio provinciale, ha il dovere della neutralità e come Presidente ha la responsabilità di astenersi da qualsiasi indicazione esplicita di voto. Il Presidente Widmann ha pesantemente violato questi suoi doveri con l’odierno aperto appello al sì al progetto di funivia, come hanno riconosciuto tutti/e i/le rappresentanti dell’opposizione, ma in definitiva anche della maggioranza nel dibattito che è seguito alla nostra denuncia in Consiglio.
Anche se il Presidente ha promesso di “declassare” immediatamente il suo comunicato a intervento come semplice consigliere provinciale, resta comunque un pessimo precedente. Un Presidente del Consiglio che tenta di utilizzare politicamente il proprio ruolo per sostenere certi interessi, non danneggia solo la propria carica ma anche l’immagine complessiva del Consiglio provinciale.
Il Presidente Widmann ha oggi pesantemente compromesso la propria credibilità.

Hans Heiss
Brigitte Foppa
Riccardo dello Sbarba

BZ, 18.09.2014

1 - 8712345...102030...»
OMNIBUS ENERGIA – URBANISTICA – AGRICOLTURA

OMNIBUS ENERGIA – URBANISTICA – AGRICOLTURA

ANALISI CRITICA E PROPOSTE DEI VERDI. La prossima settimana verrà discussa dal Consiglio provinciale la legge Omnibus nr. 17/14 che contiene importanti articoli su urbanistica, agricoltura, energia. Qui è a disposizione la relazione di minoranza [...]
Cittadini e cittadine di Bressanone per una democrazia dal basso e per il futuro del loro Comune

Cittadini e cittadine di Bressanone per una democrazia dal basso e per il futuro del loro Comune

I cittadini e le cittadine di Bressanone hanno fatto una scelta saggia: per una democrazia dal basso e per il futuro del loro Comune. Il messaggio del risultato del referendum di Bressanone è forte e chiaro: a favore di un migliore collegamento bus [...]
Plose: Widmann strapazza la propria carica per lanciare un appello a votare sì

Plose: Widmann strapazza la propria carica per lanciare un appello a votare sì

“Un sì coraggioso per lo sviluppo economico di Bressanone” – con questo titolo e sulla pagina internet ufficiale del Consiglio provinciale il Presidente Widmann ha fatto oggi propaganda per il sì al progetto di funivia dalla stazione di Bressanon[...]
Pesticidi: la Provincia deve riconoscere le competenze dei comuni

Pesticidi: la Provincia deve riconoscere le competenze dei comuni

La Provincia può e deve riconoscere per legge le competenze dei comuni a difesa della salute. C'era da aspettarselo: dopo il successo del referendum di Malles, arriva ora la rappresaglia della potente lobby dei pesticidi che ha ottimi agganci sia[...]
A proposito di Daniza

A proposito di Daniza

Dopo settimane di polemiche e appostamenti, l’orsa Daniza è stata uccisa. Tutti sono ora scandalizzati, la povera orsa è diventata suo malgrado una star e la sua storia riempie intere pagine di giornali. Certamente condividiamo le critiche volte a[...]

DAI COMUNI

Appuntamenti

  • 30/09/2014

    Alto Adige: paesaggio – territorio – sviluppo le tue idee = la tua partecipazione
    Start: 17:00
    Ende: 19:00
    Ort: Meran, BürgerInnensaal, O.-Huber-Straße 8

  • 02/10/2014

    Futurum 2014 - 5. Südtiroler Bildungsmesse „Futurum 2014“
    Start: 00:00
    Ende: 00:00
    Ort: Fiera Bolzano - Messe Bozen, Piazza Fiera, 1, Bolzano, Italia

  • 02/10/2014

    Brigitte, Riccardo, Hans ON TOUR
    Start: 18:00
    Ende: 20:00
    Ort: Auer/Ora c/o Circolo ARCI Aurora Bahnhof/Stazione

AZIONI